MOSAICI DONA'

Fare mosaici - Mosaici Donà Murano Venezia

fare mosaici progettare disegnare creare fare realizzare e produrre mosaici artigianali di qualità



Mosaici Donà come fare mosaici di qualità 

Mosaici Donà possiede il massimo della conoscenza tecnica nel fare mosaici

Il mosaico "creativo", è una tecnica antica, riproposta in chiave moderna con risultati straordinari. Fare mosaici vuol dire decorare con la tecnica del mosaico di vetro e realizzare o rinnovare piccoli e grandi oggetti d'arredamento o altro.

Vetro di Murano per fare mosaici 

I materiali vetrosi sono riflettenti e di notevole varietà cromatica, quindi sono massicciamente impiegati per fare i mosaici parietali, i pannelli, nelle sculture e negli oggetti realizzati in mosaico. Sono realizzati artificialmente presso laboratori specializzati e si ottengono attraverso la fusione vetrosa.
Definiti tutti genericamente “smalti” possono più correttamente essere divisi in tre categorie: le paste vitree, gli smalti e le paste vitree a foglia metallica d’oro e d’argento.
Le paste vitree sono vetri privi di piombo, piuttosto trasparenti e omogenei. La loro colorazione si ottiene aggiungendo alla fusione coloranti costituiti per lo più da pigmenti metallici.

Smalti per fare mosaici 

Gli smalti veri e propri si ricavano da una fusione vetrosa cui si aggiungono piombo, ossidi e sali metallici. Rispetto alle paste vitree, gli smalti sono più opachi e dispongono di una ben più ampia gamma cromatica. Grazie all’aggiunta di piombo risultano più facili da tagliare perché meno soggette a scheggiarsi, e sono particolarmente brillanti.
Per fare il cosiddetto “micromosaico” si utilizzano smalti fusi in sottili bacchette, che vengono spezzettate in minuscole tessere da apposite pinze.
Gli smalti con foglia metallica sono realizzati facendo aderire ad una piastra di vetro di 5-10 mm di spessore, una foglia di metallo sottilissima (inferiore a 0,50 di spessore), generalmente d’oro o d’argento. Sulla foglia viene quindi applicata una lastra sottile di vetro soffiato, detta cartellina, con la funzione di proteggere la foglia metallica dagli agenti ossidanti. Infine l’insieme ottenuto viene scaldato per fare aderire perfettamente i tre strati.